FORGOT YOUR DETAILS?

Il futuro della traduzione istantanea passa attraverso le cuffie

by / mercoledì, 17 gennaio 2018 / Published in Dotwall
dotswords (2)

17 gennaio 2018 – Il futuro della traduzione istantanea passa attraverso le cuffie. Sono oramai diversi gli auricolari presenti sul mercato che permettono di tradurre in diretta una lingua che non conosciamo. Per funzionare le cuffie necessitano di un’applicazione per la traduzione sullo smartphone e di essere collegati tramite Bluetooth con il dispositivo.

Come utilizzare le cuffie Mymanu Click+

Le cuffie sono molto simili alle Pixel Buds e alle Bragi Dash Pro che permettono la traduzione istantanea grazie all’utilizzo di un’applicazione come Google Traduttore tramite lo smartphone. In pratica gli auricolari non sono altro che un ponte tra la voce della persona con cui si sta parlando e l’app sullo smartphone. Le cuffie Mymanu Click+ promettono di semplificare tutti questi passaggi, anche se anche loro si appoggiano a un’app di traduzione istantanea per funzionare al meglio. Oltre all’app, le cuffie Click+ utilizzano anche un sistema cloud che permette di recuperare più velocemente le parole da tradurre. La startup assicura che sono supportate 37 lingue e che la traduzione è molto affidabile.

Oltre al servizio di traduzione, le cuffie possono essere utilizzate anche per ascoltare la musica. La qualità della riproduzione è molto elevata, grazie anche alla tecnologia NFMI (Near-Field Magnetic Induction communication system) utilizzata per far comunicare le due cuffie. Inoltre, la startup mette a disposizione l’applicazione Mymanu Play, un servizio di musica in streaming da poter utilizzare insieme alla cuffie.

 

 

Il sito di LIBERO ne parla qui

TOP